Category Archives: vasi

L’orto sul terrazzo: si può fare!!!

L’orto sul terrazzo: si può fare!!!

Rieccoci qua! E’ primavera! Come promesso, cercherò di partire dalle basi, per permettere a tutti (anche chi ha solo un balconcino) di seminare qualcosina.

Mi ricordo ad esempio che 12 anni fa, appena arrivata a Roma, avevo già sul balcone (oltre a qualche fiorellino) diverse piante aromatiche (salvia, rosmarino, timo) e naturalmente seminavo il basilico, il prezzemolo, le insalatine e la rucola. Saranno le mie origini “toscane-contadine” ma non riesco a farne a meno: ovunque mi trovo pianto…!!!

Prime Semine Sul Balcone

Allora per i giadortisti da balcone (ma non solo), partite comprando (se già non li avete) dei vasi. Io preferisco quelli in terracotta, che fanno traspirare di più le radici delle piante, ma sono chiaramente un pò più pesantini della plastica da trasportare o da spostare; quindi fate voi, io li uso entrambi…sono tutti vasi buoni per coltivare.

Dopo esservi procurati i vasi (più ne avete meglio è, e più potrete coltivare ovviamente), io metto sempre nel fondo (sia che vogliate piantare fiori, che aromatiche, o orticole) un bello strato di argilla espansa. Vi permetterà di non far scorrere subito via tutta l’acqua dai vasi, quando annaffiate; resterà sempre un pò di umidità nel fondo del vaso e le radicine delle vostre piante, ve ne saranno grate… Dopo l’argilla vi ci vorrà una buona terra. Io cerco di prenderla bio. Seguendo un pò di offerte in giro nei negozi, potete trovarla e farne una bella scorta quando costa meno. Io per quest’anno ne ho già comprata ben 680 litri!!! (in sacchi da 80 e 50 l).  Si, lo so cosa vi viene in mente: “ma non potevi andà a far shopping di vestiti e trucchi, come le persone normali? Davvero spendi un “patrimonio” in terra e cacca di cavallo? … brava!”

Bando agli scherzi, ora potete piantare. Si trovano facilmente, anche nei supermercati, le bustine di semi di prezzemolo, rucola, e insalatine. Il loro costo è veramente minimo (intorno all’euro) e con una bustina fate 2-3 vasi di medie dimensioni (e anche di più). Quindi mi raccomando, non ci sono più scuse…piantate, piantate, piantate! Naturalmente i semini devono essere sparsi uniformemente nei vasi e lievemente interrati. Io li spargo sopra e poi ci metto un velo di terra tipo “zucchero a velo”, comprimo e annaffio.

Per chi ha già i vasi con la terra, vi consiglio di zappettarla ogni anno, di fare comunque il vostro fondo di argilla e poi terra. Se pensate che la vostra terra sia vecchia e povera, non la buttate ma datele piuttosto nuova vita. Potete sempre o aggiungere altra terra, o dello stallatico sfarinato o in “pellet”, o semplicemente del sangue di bue o guano essiccato. In questo modo la vecchia terra si arricchisce subito ed è pronta all’uso. Oppure potete fare un compostaggio domestico da balcone … fra l’argilla e la terra potete stendere un bello strato di scarti di verdure (che decomponendosi non fanno odore rispetto alla frutta). In particolare potete mettere gli scarti delle insalate, del sedano, delle carote, ecc. E poi ricoprire il tutto con la terra vecchia e vedrete che rivivrà.

Fiori Di ZuccaAltro consiglio: negli ultimi anni amo molto fare le composizioni, di fiori e orticole nei vasi ed anche nel giadorto, così avrò fiori e “frutti” insieme. Capisco che molti di voi, sopratutto chi coltiva sul balcone, non vogliano rinunciare ai fiorellini. E allora benissimo: coltivate entrambe le cose. Ricordate che siamo solo noi a darci degli schemi, non fate gli snob. Guardate che le orticole per la maggior parte sono bellissime (i fiori viola intenso delle melanzane sono molto carini, ma anche i fiori di zucca, come quelli mostrati nella foto a lato) . E se mettete insieme rucola e pansè, non si offende nessuno!!! Date una occhiata ad esempio alla foto sotto.

Rucola E Panse

Tipi Di Zucche

Continuamo il nostro viaggio nel giadorto. Ho già seminato molte delle zucche “strane” (come quelle nelle foto in basso), tipo la trombetta d’Albenga di cui vi parlavo l’altra volta, la lunga di Napoli, la moscata di Provenza, la striata (di cui ho comprato i semi qualche anno fa in Irlanda), la butternut liscia e rugosa. Nelle prossime settimane seminerò anche il serpente di sicilia, la zucca spaghetti e la new entry di quest’anno: la zucca capello d’angelo minorchina (presa l’anno scorso al mercato di Mahon a Minorca). Le zucche sono le orticole che prediligo, e come sempre mi faccio prendere la mano. Ogni anno trovo sempre delle varietà nuove, ed ogni anno ne pianto sempre una marea…quindi sopratutto se qualcuno di voi abita a Roma, ha un pò di giardino o dei bei vasi capienti e vuole “adottarne” qualcuna me lo faccia sapere!!! Le zucche tra qualche giorno nasceranno ed avranno bisogno di una casa!!! Se avete voglia di farvi una bella pergola di zucche, o siepe di rampicanti, che arrivano a crescere anche più di 50 cm al giorno, pensateci e proponetevi. Ve le farò adottare volentieri…ricordate che comunque avranno vita breve; ai primi freddi invernali le poverelle saranno spacciate…!!! ma per tutta l’estate vi avranno regalato ombra, frutti e fiori stupendi!!!

Per oggi è tutto. Scusate se mi sono dilungata troppo…ma aspettate… per la rubrica “dal Giadorto alla tavola” vi lascio una ricetta semplice semplice…

Farfalle rucola e funghi  

Ingredienti per 4 persone: 400g di farfalle, 1-2 mazzetti di rucola, 2-3 funghi chanpignon a testa a seconda della grandezza, peperoncino macinato a piacere, olio E.V.O., sale e parmigiano q.b.

Procedimento: Mettete l’acqua per le farfalle; nel frattempo fate il sugo “tutto a crudo” senza cuocere nulla: sminuzzate la rucola dopo averla ben lavata ed asciugata, pulite e lavate i funghi champignon, e grattateli a julienne con la mandolina, idem il parmigiano; poi condite il tutto con olio, sale, e peperoncino se gradito. Scolate e condite la pasta col composto ottenuto e ricordate di mantecarla con un pò d’acqua di cottura. Impiattate grattando ulteriore parmigiano a bastoncini sopra, per guarnizione, e buon appetito…

Farfalle Rucola E Funghi